PERCORSO FORMATIVO 24 CFA – ATTIVAZIONE A.A. 2018/19 (scadenza domande 9 ottobre 2018)

Il Conservatorio di Musica G.B. Pergolesi di Fermo ha attivato i corsi per l’acquisizione dei 24 CFA previsti dal DM 616 e il Dipartimento di Didattica della Musica del Conservatorio di Fermo ha predisposto un apposito piano studi di attività formative per l’acquisizione di tali crediti.

Il CA del Conservatorio, nella seduta del 11 settembre 2018, ha deliberato che anche per l’ a.a. 2018/2019 saranno attivi i corsi per l’acquisizione dei 24 CFA.

Si allega il Calendario corsi 2018-19, con i relativi giorni ed orari.

Per effettuare l’iscrizione ai corsi è necessario compilare, in ogni sua parte, il modello di seguito allegato.

Il modello di iscrizione ai corsi dovrà pervenire in Segreteria didattica del Conservatorio, a mano o per e-mail all’indirizzo didattica@conservatorio.net, unitamente alle ricevute dei versamenti effettuati (di seguito specificati) e a tutti i documenti richiesti, entro e non oltre il 9 ottobre 2018.

GLI STUDENTI INTERNI ISCRITTI AI CORSI ACCADEMICI DI II LIVELLO (BIENNI) POSSONO INSERIRE I CORSI DEL PERCORSO 24 CFA NEL PROPRIO PIANO DI STUDI INDIVIDUALE, NELL’AMBITO DEGLI INSEGNAMENTI A SCELTA DELLO STUDENTE.

Per motivi logistici ed organizzativi il Conservatorio si riserva di modificare il calendario delle lezioni.

Costi d’iscrizione ai corsi singoli del percorso formativo 24 CFA del 2018/2019:

Tasse erariali da versare all’Agenzia delle Entrate di Pescara:

Tassa di immatricolazione Euro 6,04

Tassa annuale di frequenza Euro 21,43

Contributo d’Istituto da versare sul conto del Conservatorio:

Per l’acquisizione dei 24 crediti CFA: Euro 500,00

Per la frequenza di un corso per l’acquisizione dei 6 crediti CFA: Euro 125,00

Per la frequenza di un corso per l’acquisizione dei 3 crediti CFA: Euro 62,50

(Le cifre indicate vanno moltiplicate o sommate in base ai corsi e al numero dei crediti scelti da acquisire.)

In base a quanto disposto dalla legge 11 dicembre 2016, n. 232, articolo 1, commi da 252 a 267, è possibile usufruire dell’esonero totale o parziale del contributo d’istituto allegando al modello di iscrizione il modello ISEE.

(Qualora dovuta, la Tassa regionale del diritto allo studio pari ad Euro 140,00 dovrà essere versata sul conto del Conservatorio).

 

*

Il Decreto Legislativo 13 aprile 2017 n. 59, in attuazione della Legge 107/15, ha modificato il sistema di formazione iniziale degli insegnanti, prevedendo per l’accesso ai ruoli dell’insegnamento nella scuola secondaria inferiore e superiore i seguenti requisiti:

  • il superamento di un concorso pubblico nazionale, indetto su base regionale o interregionale;

  • la successiva frequenza di un percorso triennale di Formazione iniziale, Tirocinio e inserimento nella funzione docente (percorso FIT).

Per accedere al Concorso è necessario essere in possesso di:

  • un diploma accademico di II livello o un diploma di vecchio ordinamento congiunto a un diploma di maturità;

  • 24 crediti acquisiti in forma curricolare o extracurricolare nei seguenti settori:

  • pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione;

  • psicologia;

  • antropologia;

  • metodologie e tecnologie didattiche.

Il DM 616 del 10 agosto 2017 ha stabilito i criteri per l’attivazione dei percorsi formativi per l’acquisizione dei 24 crediti necessari all’accesso ai futuri concorsi per la formazione iniziale dei docenti di scuola secondaria previsti dalla L. 107/2015.

I crediti possono essere conseguiti da chi è già in possesso di un diploma accademico di II livello o del previgente ordinamento, mentre gli studenti ancora iscritti ai Bienni accademici possono a questo scopo integrare il proprio piano di studi inserendo i corsi dei 24 crediti formativi come crediti aggiuntivi. In quest’ultimo caso la durata del corso di studi è prolungata di un semestre.

Sono invece esonerati dall’acquisizione dei 24 CFA coloro i quali sono già in possesso dell’abilitazione relativa alla classe di concorso per cui si intende sostenere il concorso.

Il DM 10 agosto 2017 n. 616 ha indicato i settori disciplinari, gli obiettivi formativi, le modalità organizzative e gli eventuali costi dei percorsi formativi relativi all’acquisizione dei 24 crediti: deve essere garantita l’acquisizione di minimo 6 crediti in ciascuno di almeno tre dei quattro settori indicati nella normativa. In particolare l’allegato C del suddetto Decreto riporta i settori disciplinari AFAM validi per l’acquisizione di tali crediti.

Il DM ha inoltre previsto per le istituzioni statali che i costi di iscrizione, frequenza e conseguimento del certificato finale siano graduati in base ai criteri e alle condizioni di cui alla legge 11 dicembre 2016, n. 232, articolo 1, commi da 252 a 267, con una contribuzione massima di 500,00 euro per tutti i 24 CFA, proporzionalmente ridotto in base al numero di crediti da conseguire.

Per coloro che hanno già maturato in percorsi universitari o accademici crediti relativi ai settori di cui all’art. 3 comma 3 del DM n. 616 e coerenti con gli obiettivi formativi indicati negli allegati A e C è previsto un riconoscimento dei relativi corsi, secondo quanto indicato dal D.M. 616 del 10 agosto del 2017 e dalla nota ministeriale prot. n. 32688 del 17/11/2017 ad oggetto Chiarimenti in merito all’acquisizione dei “24 crediti formativi accademici” di cui all’ art. 5 lett. b) del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59 e art. 3 del decreto Ministeriale n. 616/2017.