Pianoforte Jazz

Pianoforte Jazz

DIPLOMA ACCADEMICO DI I LIVELLO IN PIANOFORTE JAZZ

Al termine degli studi relativi al corso di Diploma accademico di I livello in Pianoforte jazz, gli studenti devono aver acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme – e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire all’interno di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione e con l’acquisizione di specifiche conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro interazione. Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed emozionale. Al termine del Triennio gli studenti devono aver acquisito una conoscenza approfondita degli aspetti stilistici, storici estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo. Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. È obiettivo formativo del corso anche l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad una seconda lingua comunitaria.

Ammissione

Il programma di ammissione si articola nelle seguenti prove:

– (limitatamente ai candidati stranieri) prova scritta ed orale per la verifica di un’adeguata conoscenza della lingua italiana che sarà valutata secondo gli standard riconosciuti in ambito europeo (livello B2 del Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue);

La prima prova tende a verificare le abilità strumentali e la maturità musicale del candidato, la seconda le conoscenze teoriche e di cultura musicale di base.
PRIMA PROVA
1. Esecuzione di 2 brani, uno a scelta del candidato, uno a scelta della commissione (con accompagnamento di basso/ contrabbasso, batteria ed eventuali altri strumenti) fra i seguenti:

Autumn Leaves (Kosma-Mercer)

Beautiful love (Young)

Estate (B.Martino)

Four (M.Davis)

A Foggy day (Gerwshin)

In a sentimental mood (D.Ellington)

Misty ( E.Garner)

Satin Doll (D.Ellington)

Solar (M.Davis)

Blues: Now’s the time (C. Parker)
2. Esecuzione di uno standard a scelta del candidato per strumento solo, o voce (in questo caso accompagnato da un altro strumento)
3. Esecuzione di un brano a prima vista. Per gli strumenti armonici: con melodia e sigle da armonizzare. Per gli strumenti monodici: lettura della melodia ed eventuale interpretazione delle sigle
4. Accertamento delle competenze tecniche (scale, arpeggi etc.)
La commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

SECONDA PROVA
1. Il candidato dovrà dimostrare padronanza nell’utilizzo dei codici di notazione, nella conoscenza degli elementi fondamentali della teoria musicale e nell’esercizio delle fondamentali abilità relative all’ascolto e alla lettura ritmica e cantata.
2. Il candidato dovrà saper riconoscere intervalli (nell’ambito dell’ottava), scale maggiori e minori, scale modali accordi (triadi e quadriadi in posizione fondamentale)

COLLOQUIO DI CARATTERE GENERALE E MOTIVAZIONALE

 

DIPLOMA ACCADEMICO DI II LIVELLO IN PIANOFORTE JAZZ

Attraverso l’approfondimento ed il completamento degli studi musicali compiuti, si prefigge lo scopo di fornire competenze avanzate nel campo dell’esecuzione musicale in qualità di solista o in formazioni d’insieme, da camera e orchestrali. In particolare, l’indirizzo si propone l’obiettivo di ampliare le conoscenze di coloro che, già in possesso dei titoli previsti per l’ammissione, intendono specializzarsi con l’acquisizione di ulteriori e specifiche competenze professionalizzanti attraverso l’approfondimento tecnico-interpretativo del repertorio per strumento solo e in Ensemble, e specificamente mediante: l’arricchimento tecnico-strumentale, l’approfondimento analitico-interpretativo, l’approfondimento della conoscenza storico-stilistica dei principali autori, l’acquisizione di una appropriata capacità di relazione con gli altri strumenti dell’emblema, la partecipazione a concorsi, esecuzioni musicali e stage.

Ammissione

Per i candidati stranieri e per coloro che non abbiano conseguito un diploma di vecchio ordinamento o diploma accademico di triennio ma in possesso di titolo di laurea triennale in altro indirizzo, le prove di accertamento riguarderanno le seguenti materie:
– Teoria, ritmica e percezione musicale;
– Storia della musica;
– Teoria dell’armonia e analisi;
– Pratica della lettura pianistica;
– Lettura della partitura solo per gli studenti immatricolati ai corsi di diploma accademico di Composizione, Musica corale e direzione di coro.

Tutti i candidati in possesso del diploma di vecchio ordinamento e/o diploma accademico di primo livello saranno esonerati dal test.

Prova pratica

  • Un blues (maggiore o minore) a scelta del candidato;
  • Un rhythm changes (anatole) a scelta del candidato (almeno 160 bpm);
  • Un brano tratto dal repertorio jazz.

In tutti e tre i primi punti il candidato darà prova di interpretazione, improvvisazione e rhythm comping.

  • Prova di lettura estemporanea di un facile brano di jazz sullo strumento;
  • Colloquio teorico-pratico su argomenti specifici del linguaggio jazz, di armonia, teoria, ear training.

La commissione si riserva qualora ce ne fosse il bisogno, di chiedere argomenti inerenti al proprio strumento.
Il candidato avrà anche la possibilità di effettuare la prova senza l’ausilio di basi audio; in caso contrario, fornirà alla commissione le basi su formato
Mp3 mediante una pen drive. Le parti dei brani che il candidato eseguirà dovranno essere in triplice copia oltre a quella personale se lo ritiene opportuno.

Il candidato non in possesso del diploma di I livello in ambito jazz dovrà sostenere ulteriori prove:

  • Clausura di 8 ore durante la quale il candidato è chiamato a sostenere due prove scritte:
    1. un arrangiamento per big band (5 sax, 4 trombe, 4 tromboni, pianoforte, contrabbasso e batteria) di un tema proposto dalla commissione,  comprendente un’introduzione (min. 8 battute) e un’esposizione tematica.
    2. Test di armonia jazz.

 

CORSO PRE-ACCADEMICO

Il corso pre-accademico fornisce agli allievi una formazione strutturata organizzata per periodi di studio e livelli di competenza con l’obiettivo di formare le competenze adeguate per l’ingresso ai corsi di diploma accademico di primo livello.

La durata di ciascun periodo è rispettivamente di 3 anni (Primo periodo – Base), 2 anni (Secondo Periodo – Medio), 3 anni (Terzo periodo – Avanzato) e può essere abbreviata consentendo il salto di uno o più anni o prolungata con la ripetenza di non più di un anno per ogni singolo periodo.

Ammissione

Il programma dell’esame è libero.

La Commissione valuta le attitudini ritmiche, uditive, fisiche, di coordinamento motorio e l’eventuale prova strumentale. Il candidato deve essere in possesso di una preparazione musicale di base.

Caratteristiche Corso

  • Durata 3 anni
  • Livello I Ciclo QF-EHEA - Livello 6 EQF
  • Lingua Italiano
Il materiale didattico non è disponibile
Foto del profilo di De Rossi Re Fabrizio