Maestro collaboratore

Maestro collaboratore

DIPLOMA ACCADEMICO DI I LIVELLO IN MAESTRO COLLABORATORE

Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello di Maestro collaboratore gli studenti avranno acquisito competenze tecniche, nonché consapevolezza critica e sapere adeguato, tali da consentire loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio delle metodologie e delle tecniche relative all’accompagnamento pianistico e alla concertazione delle parti vocali; adeguate competenze dovranno essere acquisite negli ambiti della lettura estemporanea, della tecnica direttoriale e nella pratica del basso continuo. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche attraverso una cospicua attività di tirocinio. Sarà favorito lo sviluppo delle capacità percettive dell’udito, attraverso l’acquisizione di specifiche conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi, storico-analitici della musica ed alle loro interazioni. Al termine del triennio gli studenti dovranno aver acquisito una conoscenza approfondita degli aspetti professionali, esecutivi e stilistici relativi al corso; è obiettivo del corso anche l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale, nonché quelle relative ad una seconda lingua comunitaria.

AmmissioneLa prima prova tende a verificare le abilità strumentali e la maturità musicale del candidato, la seconda le conoscenze teoriche e di cultura musicale di base.
PRIMA PROVA
1. Presentazione di almeno 3 studi di tecnica diversa, o di altri brani, secondo quanto riportato nei repertori indicati nell’Allegato B.
2. Presentazione di un programma della durata minima di 15 minuti (all. B):1. Studi scelti tra quelli di C. Czerny (op. 740), J.B. Cramer (60 studi), M. Clementi (Gradus ad Parnassum), I. Moscheles, F. Mendelssohn, J.C. Kessler, F. Chopin, F. Liszt, A. Scriabin, C. Debussy, S. Rachmaninoff, S. Prokofieff o studi di altri autori di equivalente livello tecnico
2. Programma comprendente:
a. un Preludio e fuga dal Clavicembalo ben temperato di J.S. Bach o altra composizione polifonica significativa di J.S. Bach
b. un movimento di una sonata di M. Clementi, F.J. Haydn, W.A. Mozart, L. Van Beethoven o F. Schubert
c. un brano a libera scelta del principale repertorio operistico italiano dell’Ottocento o del Novecento accompagnando un cantante o accennando con la voce la parte del canto

La commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

SECONDA PROVA
1. Il candidato dovrà dimostrare padronanza nell’utilizzo dei codici di notazione, nella conoscenza degli elementi fondamentali della teoria musicale e nell’esercizio delle fondamentali abilità relative all’ascolto e alla lettura ritmica e cantata.
2. Ulteriori ambiti di accertamento delle competenze musicali di base (Elementi di armonia e analisi, Storia della musica, ecc.), ritenute necessarie per affrontare il percorso formativo dei singoli corsi di diploma accademico di primo livello, sono definiti in autonomia dalle istituzioni.
COLLOQUIO DI CARATTERE GENERALE E MOTIVAZIONALE

 

DIPLOMA ACCADEMICO DI II LIVELLO IN MAESTRO COLLABORATORE

Attraverso l’approfondimento ed il completamento degli studi musicali compiuti, si prefigge lo scopo di fornire competenze avanzate nel campo dell’esecuzione musicale in qualità di solista o in formazioni d’insieme, da camera e orchestrali. In particolare, l’indirizzo si propone l’obiettivo di ampliare le conoscenze di coloro che, già in possesso dei titoli previsti per l’ammissione, intendono specializzarsi con l’acquisizione di ulteriori e specifiche competenze professionalizzanti attraverso l’approfondimento tecnico-interpretativo del repertorio per strumento solo e in ensemble, e specificamente mediante: l’arricchimento tecnico-strumentale, l’approfondimento analitico-interpretativo, l’approfondimento della conoscenza storico-stilistica dei principali autori, l’acquisizione di una appropriata capacità di relazione con gli altri strumenti dell’ensemble, la partecipazione a concorsi, esecuzioni musicali e stage.

Ammissione

Per i candidati stranieri e per coloro che non abbiano conseguito un diploma di vecchio ordinamento o diploma accademico di triennio ma in possesso di titolo di laurea triennale in altro indirizzo, le prove di accertamento riguarderanno le seguenti materie:
– Teoria, ritmica e percezione musicale;
– Storia della musica;
– Teoria dell’armonia e analisi;
– Pratica della lettura pianistica;
– Lettura della partitura solo per gli studenti immatricolati ai corsi di diploma accademico di Composizione, Musica corale e direzione di coro.

Tutti i candidati in possesso del diploma di vecchio ordinamento e/o diploma accademico di primo livello saranno esonerati dal test.

Prova pratica:

  • Un tempo di una sonata classica o un importante composizione del periodo romantico;
  • Esecuzione di un’area d’opera, un concertato o brano d’assieme dal duetto in poi;
  • Il 1° tempo di un concerto per strumento solista e orchestra (riduzione per pianoforte).

Colloquio culturale e motivazionale inerente l’indirizzo di studio.

 

Caratteristiche Corso

  • Durata 3 anni
  • Livello I Ciclo QF-EHEA - Livello 6 EQF
  • Lingua Italiano
Il materiale didattico non è disponibile
Foto del profilo di Arena Cristiana
Foto del profilo di Cavarocchi Sofia