Disciplina

TROMBA E TROMBONE

Presentazione Docente

Marchigiano d’origine, si è diplomato in trombone presso il conservatorio “G. Rossini “ di Pesaro sotto la guida del maestro G. Franchi. Fin da giovanissimo, ha intrapreso un’intensa attività concertistica che lo ha portato ad esibirsi come solista, in formazioni cameristiche e orchestrali in Italia, Lussemburgo, Germania, Spagna, ecc… Ha eseguito, in prima mondiale composizioni per trombone solo, scritte in riferimento alla scala acustica ventisonale, tra le quali: “Slide” (R. Bramucci); “Notte di Nebbia”; “Dimensioni” (R. Beccaceci) ed. Pucci. Ospite della Rai nelle trasmissioni, “Questo di Sette” e “Moby Dick, ha eseguito musiche per trombone solo.

E’ stato docente presso i conservatori “G. Da Venosa” di Potenza e “U. Giordano” di Foggia. Ha tenuto Seminari e Master Classes, presso: il Conservatorio “G. Verdi” di Como; Accademia Internazionale della Musica di Milano; Accademia Musicale Pescarese; Accademia Musicale Mediterranea; Accademia Superiore di musica “G. Curci” di Barletta; Università di Foggia (facoltà di lettere e filosofia) in collaborazione con l’associazione Amici della musica “G. Paisiello”; Festival Europeo dei Duchi D’Acquaviva di Atri.

Corsi internazionali di perfezionamento e interpretazione musicale Nicola Vaccaj di Tolentino.

Corsi e seminari estivi del Festival Fabbrica Musica di Gambettola; seminari internazionali Scuola Liviabella di Macerata e Scuola Mama’s di Ravenna con ospiti quali Fabrizio Bosso, Flavio Boltro e Andrea Giuffredi.

Vanta, numerosi allievi, vincitori di concorsi e apprezzati musicisti, in orchestre italiane ed estere.

Al seguito del suo impegno artistico-didattico, è stato ricevuto al Quirinale (accompagnato dai suoi allievi) dal Presidente della Repubblica Sandro Pertini e Sua Santità Giovanni Paolo II, gli ha impartito la “Propiziatrice benedizione apostolica”.

Nel febbraio 2001 ha festeggiato i 20 anni di attività, presso l’istituto Italiano di cultura a Madrid e alla Farnesina, ricevuto dal ministro per gli italiani nel mondo, Mirko Tremaglia.

ENGLISH
Born in the Marches, he qualified in the trombone from the “G. Rossini” School of Music of Pesaro under the guidance of G. Franchi. From a very young age, he undertook intense concert activities that led him to perform as a soloist, in chamber formations and orchestras in Italy, Luxembourg, German, Spain, etc. As a world first, he has performed compositions for solo trombone, written in reference to the “ventisonale” acoustic scale, amongst others: “Slide” (R. Bramucci); “Notte di Nebbia”; “Dimensioni” (R. Beccaceci) ed. Pucci. He has been a guest of Rai in the programmes “Questo di Sette” and “Moby Dick, performing music for solo trombone.

He has taught at the Schools of Music “G. Da Venosa” of Potenza and “U. Giordano” of Foggia. He has held seminars and master-classes at: the “G. Verdi” School of Music of Como; Accademia Internazionale della Musica of Milan; Accademia Musicale Pescarese; Accademia Musicale Mediterranea; Accademia Superiore di musica “G. Curci” of Barletta; Foggia University (faculty of literature and philosophy) in collaboration with the association Amici della musica “G. Paisiello”; Festival Europeo dei Duchi D’Acquaviva di Atri.

International musical interpretation and post-graduate courses, Nicola Vaccaj of Tolentino.

Summer seminars and courses of the Festival Fabbrica Musica of Gambettola; international seminars, Scuola Liviabella of Macerata and Scuola Mama’s of Ravenna with guests such as Fabrizio Bosso, Flavio Boltro and Andrea Giuffredi.

He boasts numerous students who are today winners of competitions and popular musicians in both Italian and foreign orchestras.

For his artistic-teaching commitments, he was received at the Quirinal Palace (accompanied by his students) by the President of the Republic Sandro Pertini and His Holiness Pope John Paul II awarded him the “Propiziatrice benedizione apostolica” blessing.

In February 2001, he celebrated 20 years of activity at the Italian cultural institute in Madrid and at the Farnesina, received by the worldwide minister for Italians, Mirko Tremaglia.